L'estate della Fondazione

E' arrivata l'estate e la Fondazione anche quest'anno ha attivato un  progetto ricreativo destinato ai bambini ospiti di Casa Accoglienza Onlus, struttura che ospita presso la nostra città mamme in difficoltà con i loro bambini.

Per il terzo anno conescuitvo è stato infatti  rinnovato l'accordo tra la Fondazione e il Centro sportivo Mirabella. Da metà giugno sino alla fine di luglio, dal lunedi al venerdì, i piccoli hanno partecipato alle numerose iniziative ludico-ricreative, nonchè sportive, organizzate presso il Centro. Un appuntamento estivo molto amato  e atteso con impazienza: già all'arrivo dei primi caldi i piccoli ospiti di Casa Accoglienza puntualmente chiedono alle operatrici: "Ma anche quest'anno andremo ai campetti Mirabella?".

E anche quest'estate siamo stati felici come Fondazione di regalare questo momento di svago e di evasione così desiderato dai bambini. 

L'altra iniziativa estiva della Fondazione consiste invece in un contributo di 1.500,00 euro offerto alle suore Francescane di Archi per l'organizzazione di un viaggio a Roma (8/12 agosto) di un gruppo di adolescenti del quartiere di Archi.

Questi ragazzi ad alto rischio di emarginazione sociale,già impegnati nel corso dell'anno in un percorso di crescita e di accompagnamento educativo presso il Centro d'Ascolto gestito dalle Suore, parteciperanno ad un viaggio con partenza l'8 agosto che li vedrà accanto ad adolescenti e giovani di altre zone della Calabria. La destinazione finale sarà Roma per un'esperienza di riflessione e di scambio che culminerà nell'incontro finale il 12 agosto con Papa Francesco.

Un viaggio coinvolgente, un' occasione di crescita umana e spirituale che la Fondazione è lieta di offrire anche quest'anno ai ragazzi di uno dei quartieri più difficili della nostra periferia. 

Giustizia e Umanità:un progetto in ricordo di Michele Barillaro

Giovedi 3 maggio 2018 presso il Palazzo della Cultura "Pasquini Crupi" si è svolta la cerimonia di consegna delle tre borse di studio dedicate alla memoria del magistrato Michele Barillaro, scomparso nel 2012 in circostanze misteriose.

Le borse di studio, del valore di euro cinquecento ciascuna, sono state consegnate a tre minori segnalati dal Tribunale dei Minori della nostra città e sono state offerte una dall'Associazione Bisogno Sociale e due dalla Fondazione, destinate queste utime a due ragazzine vittime di abusi.

Il progetto, che iniziato lo scorso ottobre si è sviluppato nel corso dell' inverno con il coinvolgimento di alcune scuole presso le quali è stata ricordata la figura del magistrato reggino, prematuramente scomparso, si inserisce all'interno di una piu ampia collaborazione che la Fondazione, insieme all'Associazione Bisogno Sociale, ha promosso con il Tribunale dei Minori stipulando un protocollo d'intesa.

L'obiettivo è quello di creare una collaborazione proficua, destinata a durare nel tempo, per offrire ai ragazzi piu svantaggiati opportunità di riscatto per iniziare un nuovo percorso di vita all'insegna della speranza

La Saletta "LATTE & COCCOLE"

Martedi 27 marzo presso il Reparto di Ginecologia ed Ostetricia della nostra città è stata inaugurata la saletta "Latte&Coccole". Si tratta di uno spazio intimo e riservato in cui le neo-mamme, assistite da personale esperto, potranno vivere in pieno relax l'allattamento al seno, un momento che è di nutrimento fisico e di intenso contatto emotivo con il proprio bimbo. 

La Fondazione ha curato l'allestimento, donando otto poltrone per allattamento complete di poggiapiedi che arredano questa saletta colorata e confortevole, all'interno della quale  le mamme potranno vivere in piena tranquillità i primi momenti della relazione con il neonato, di cui l'allattamento rappresenta un elemento fondamentale.

Continua così la proficua collaborazione con il Reparto di Neonatologia: dopo la realizzazione all'inizio dell'anno della saletta per il massaggio neonatale, ecco pronta la saletta "Latte&Coccole" per essere accanto ai bimbi sin dai primi giorni di vita!

 

Laboratori di Arteterapia

Nell'ambito delle iniziative finalizzate a contrastare  le situazioni di disagio e di difficoltà sociale vissute da molti ragazzi della periferia della nostra città, la Fondazione ha deciso di attivare, da marzo a giugno, un laboratorio di Arte Terapia destinato agli adolescenti seguiti presso il Centro d'ascolto delle Suore Francescane Alcantarine di Archi.

Il progetto - affidato a Roberta Cuzzola giovane artista specializzata in Arte Terapia presso l'Accademia di Brera di Milano - prevede la realizzazione di un' opera corale di grandi dimensioni, da eseguire con un lavoro collettivo, che consentirà ai ragazzi di consolidare il senso di appartenenza al gruppo, sviluppando nello stesso tempo la vena creativa individuale. Utilizzando  tecniche e linguaggi artistici diversi sotto la guida attenta e sensibile di Roberta, i ragazzi riusciranno a creare uno spazio di condivisione all'interno del quale esprimersi liberamente e rappresentare cosi le proprie esperienze di vita, spesso vissute con disagio e vergogna.

Alla conclusione del progetto, l'opera realizzata sarà donata dalla Fondazione al Centro d'ascolto, al fine di rendere più allegro e colorato l'ambiente in cui si svolgono le attività ricreative, ma soprattutto  di lasciare ai ragazzi una testimonianza duratura di quel che si è fatto insieme.

Un progetto analogo - sempre affidato a Roberta Cuzzola - è stata previsto a favore delle mamme e dei bambini ospiti di Casa Castellini, la struttura che in città offre assistenza e alloggio a mamme in difficoltà e che la Fondazione sostiene ormai da anni con molteplici iniziative.Protagonisti saranno giovani mamme con figli in età scolare, che vivono situazioni familari difficili, con disagio a livello relazionale.In questo caso il progetto sarà  centrato sull' esigenza fortemente sentita dagli ospiti di casa Castellini - di lasciar fluire pensieri ed emozioni. Saranno dunque privilegiate le tecniche artistiche e gli strumenti di tipo manipolativo (es lavori con la creta)

Evento 18 settembre 2017

2017-09-05-PHOTO-00000103 1

Lunedi 18 settembre 2017 presso il Teatro Odeon della nostra città la Fondazione riunisce i propri amici per il tradizionale appuntamento in occasione del compleanno di Benedetta.

Per questa edizione è  previsto uno spettacolo molto particolare  di "sand art" o arte di animazione con la sabbia, dal titolo "Ho scritto Italia con la sabbia".

Si tratta di una vera e propria performance creativa, che  utilizzando il disegno sulla sabbia su un piano luminoso, si svolge come un vero e proprio viaggio, che condurrà il pubblico nei luoghi più belli e famosi della nostra Penisola: Milano e il Duomo, Verona e l'Arena, Roma e il Colosseo, Napoli e il Vesuvio,la Sicilia e i luoghi di Montalbano e .. tanti altri ancora. 

Le immagini, realizzate in diretta dalla visual designer  usando solo le dita e i palmi delle mani, scivolano via veloci: in pochi attimi tutto si crea e si distrugge, ogni immagine è cancellata, destinata a rimanere viva  solo nella memoria dello spettatore, coinvolto dalla suggestione dei disegni su sabbia e dalla musica che li accompagna.

Altro elemento fondamentale di questo spettacolo è infatti  la musica: una colonna sonora tutta italiana che ripropone per ogni luogo rappresentato canzoni famose.

Il ricavato dell'iniziativa, unitamente al contributo offerto anche quest'anno da Fondazione Mediolanum, sponsor della serata, sarà interamente destinato al completamento dei lavori di ristrutturazione della "Casa di Benedetta", struttura della nostra città, destinata ad offrire alloggio ed accoglienza a  minori in difficoltà.

 L'edificio  su due piani e dotato  di un giardino e di un piccolo orto sorge in una zona relativamente centrale: già  di proprietà dei Padri Monfortani è stato dato di recente  in comodato d'uso gratuito all'associazione Abakhi, molto attiva nel campo del volontariato a favore di minori ad alto rischio di esclusione sociale.

Al completamento dei lavori di ristrutturazione, che la Fondazione finanzia anche con questa serata, la Casa di Benedetta sarà una struttura in grado di ospitare 15 minori stranieri non accomapagnati, per i quali avrà così inizio un percorso di integrazione guidata e responsabile. 

 

 

5x1000 new

sostienici

Multimedia

ilnostro grazie